Coltelleria Piva > Blog > Guide > Coltelli militari: come riconoscere i migliori

Coltelli militari: come riconoscere i migliori

Coltelli militari: come riconoscere i migliori

Il mondo dei coltelli, lo sappiamo bene noi di Coltelleria Piva, è una realtà estremamente vasta e complicata, ma è anche per questi motivi che appare così affascinante agli occhi di appassionati e collezionisti.

Orientarsi non è per niente semplice e più ci si addentra nell’argomento più si scoprono nuovi dettagli, marchi, modelli, che innescano maggiore curiosità e necessità di approfondimento.

In questo articolo abbiamo deciso di parlare di una specifica categoria di coltelli outdoor, i coltelli militari, cercando di fare maggiore chiarezza sull’argomento e renderlo più semplice e schematico per chi si trova alle ‘prime armi’ in questo campo.

Spiegheremo in linea generale quali sono le principali tipologie di coltelli militari, cosa li caratterizza e quali sono i produttori italiani a nostro avviso migliori.

Come riconoscere un coltello militare di qualità?

coltelli militari sono coltelli da combattimento, largamente utilizzati da forze dell’ordine e corpi militari, ma non solo.

Sono adatti anche per attività outdoor, per tagliare oggetti, per liberare persone in caso di emergenza, oltre che per l’autodifesa.

Per questo motivo è essenziale che sia pratico, comodo, poco pesante e non ingombrante, altrimenti diventa difficile da portare in giro ed avere sempre con sé all’evenienza.

Questo strumento deve racchiudere in sé tutte le qualità necessarie per essere tascabile ed allo stesso tempo deve essere robusto e resistente: uno strumento per la sopravvivenza non può certo spezzarsi al momento del bisogno.

Un coltello militare può essere di due tipologie principali:

  • Coltello a lama fissa: è il modello migliore e maggiormente consigliabile, non solo perché i primi coltelli militari erano a lama fissa, ma anche per motivi pratici.Come spiegato in precedenza, questo tipo di coltello serve per la difesa e la sopravvivenza, quindi deve garantire la sua funzione in qualsiasi momento.
    Il coltello militare a lama fissa deve avere un pomo alla fine del manico che conferisce la forza e la resistenza necessaria a compiere un’azione. È importante notare che se non disponesse di questo particolare codolo pieno, potrebbe rompersi come i coltelli chiudibili perché la lama e il manico non sono costituiti dallo stesso pezzo di metallo.
  • Coltello chiudibile: è più comodo e meno ingombrante, ma non possiede le stesse qualità di resistenza del precedente.
    I coltelli militari pieghevoli sono più fragili, possiedono una lama più fina ed inevitabilmente è più facile che si spezzino.

Queste sono le caratteristiche imprescindibili che distinguono un coltello militare dalle altre categorie di coltelli.

Da sottolineare che non sempre le differenze tra i modelli sono così nette: esistono ibridi, coltelli che possiedono qualità di altri e coltelli adatti a fare tutti i lavori.

Ogni coltello (da caccia, sopravvivenza, campeggio, ecc..) può avere le caratteristiche di quello militare, ma la specificità ricercata dipende dall’utilizzo che se ne intende fare.

Le 10 caratteristiche imprescindibili di un eccellente coltello militare

Questa tipologia di coltelli possiede dei tratti distintivi imprescindibili, che ne determinano la natura e lo scopo.

È importante porre attenzione alle parti di cui è composto il coltello assicurandosi che abbia tutte le carte in regola non solo per essere categorizzato come ‘militare’, ma anche per essere considerato efficiente e di qualità.

coltello militare di qualità parti schema

Ecco le componenti e peculiarità che deve possedere un coltello militare degno di essere definito tale:

  1. Codolo: è la parte della lama che passando attraverso la guardia entra nel manico. Il codolo deve essere ‘pieno’ poiché è proprio grazie ad esso che il coltello resiste a qualsiasi pressione.
  2. Manico: deve essere ben progettato ed ergonomico, avere un’ottima capacità di attutire gli urti ed essere aderente alla mano, così da garantire una buona tenuta. È preferibile che sia dotato di un foro per la cordicella, così da poterlo assicurare al polso.
  3. Pomello: come accennato all’inizio dell’articolo dona robustezza alla lama, soprattutto per utilizzare il coltello come martello, ma non solo: serve ad aggiungere stabilità ed equilibrio.
  4. Acciaio: l’acciaio della lama deve essere di alta qualità, meglio se di una lega di acciaio inossidabile con alto tenore di carbonio.
  5. Spessore: è fondamentale affinché la lama non si spezzi o pieghi, inoltre questa deve aver ricevuto un trattamento termico di qualità.
  6. Peso: dipende in parte dalle preferenze personali e dalla corporatura, ma in generale è importante che sia leggero (consigliabile meno di un chilo).
  7. Dimensione: in questo caso ‘grande’ non è sinonimo di ‘migliore’. Una lama di 10-13 cm è sufficiente a compiere le operazioni per cui questo tipo di coltello è progettato (completo di manico può arrivare a 23-25 cm).
  8. Fodero: i migliori sono quelli realizzati in nylon con inserti Kydex. Questo tipo di materiale composito è molto resistente all’usura e perfetto per qualsiasi clima.
  9. Affilatura: la lama deve essere ad affilatura unica e non a doppio taglio, visto che potrebbe rendere alcuni compiti più difficili da eseguire.
  10. Lama appuntita: no alle punte angolate o arrotondate, questo coltello serve per l’autodifesa, deve essere efficiente anche attraverso i tessuti.

Con queste semplici linee guida auspichiamo di aver portato maggior chiarezza nell’argomento, ma soprattutto aver reso più evidenti e schematiche le peculiarità che contraddistinguono un coltello militare di qualità dagli altri coltelli.

I migliori marchi di coltelli militari italiani secondo Coltelleria Piva

Coltelleria piva offre un’ampia selezione dei migliori coltelli militari nel mercato, coltelli di eccellente qualità e foggia.

Come rivenditori selezioniamo con cura i prodotti prediligendo il made in Italy e le aziende con un consolidato bagaglio di esperienza nel campo.

La cultura dei coltelli è la base della nostra realtà, per questo è essenziale non solo un’elevata qualità, ma un processo produttivo che pone attenzione a dettagli e finiture: più un coltello è definibile artigianale, più è alto il suo valore.

Ecco i marchi italiani a nostro parere migliori tra cui scegliere. 

Coltelli militari Fox 

Fox è famoso brand italiano riconosciuto a livello mondiale per la produzione e vendita di coltelli made in Italy, in particolare per i coltelli da combattimento, diventando fornitore ufficiale di coltelli militari della NATO.

L’azienda, nata a Maniago, è apprezzata per mantenere la tradizione, la qualità senza rinunciare all’uso di tecnologie avanzate.

Inoltre, negli anni ha dato seguito ad altri marchi specializzati, uno tra questi è Black Fox, brand studiato per soddisfare le esigenze di chi pratica sport all’aperto, anche in condizioni estreme, e per chi opera nel settore della sicurezza e della difesa.

In particolare, tra i coltelli da combattimento del marchio Fox, spicca tra gli appassionati il coltello Karambit, un modello caratterizzato da una forma a mezzaluna con un anello alla base dell’impugnatura, che consente di impugnare il coltello in due modi diversi così da da attaccare e infliggere tagli da angolature diverse.

Coltelli militari Extrema Ratio

Tra i marchi più stimati nel settore dei coltelli militari italiani vi è sicuramente Extrema Ratio, nota azienda di Prato che da anni investe nella ricerca di nuovi materiali per creare nuove linee di coltelli militari da combattimento.

Attualmente fornitrice ufficiale delle Forze Armate Italiane e Francesi, l’azienda effettua ancora molti passaggi nel processo produttivo in maniera artigianale, producendo così coltelli da difesa sia a lama fissa che a lama chiudibile dagli alti standard qualitativi e funzionali.

L’alto livello di qualità è dato, infatti, dalla scelta dei migliori materiali e dai trattamenti moderni, infine, certificato dai test di efficienza e resistenza svolti internamente grazie allo sviluppo di strumenti specifici.

Coltelli militari Viper

Viper, è un brand fondato nel 1987 a Maniago dall’Italiana Tecnocut, la quale rappresenta una delle migliori eccellenze Made in Italy nel settore coltelleria.

I coltelli prodotti da Viper sono principalmente coltelli tattici, da outdoor e da caccia, a lama fissa e pieghevole, i quali si contraddistinguono per la loro praticità e design innovativo e ergonomico.

Molti sono i punti di forza di questo marchio tra cui l’utilizzo di materiali come acciai sintetizzati, carbonio e titanio che l’hanno reso all’avanguardia nel panorama mondiale.

Coltelli militari tattici Maserin

Nella città di Maniago nasce anche il brand Maserin, fedele alla lavorazione artigianale con cui realizza un’ampia gamma di linee per ogni tipo di esigenze: caccia, military, outdoor, collezione, miniature ecc…

ll made in Italy delle Coltellerie Maserin trova maggior risalto nel loro utilizzo di materiali di altissima qualità e nell’attenzione estrema che pongono in ogni dettaglio di ciascun coltello prodotto, sottoponendo ogni fase di lavorazione a un accurato controllo di qualità.

Oggi l’azienda fornisce le sue lame a molte aziende di livello internazionale, in particolare, i coltelli tattici sono destinati ai reparti militari, come l’Aereonautica militare italiana, Polizia di Stato Italiana e Esercito italiano.

 

coltello- militare- chiudibile- Coltelleria Piva

Puoi trovare tanti diversi marchi e modelli di coltelli militari nel nostro sito, oppure vieni a trovarci in via Vittorio Emanuele II 33, Conselve (PD)

Item added To cart